I Kanelbullar – Una ricetta svedese


6 Maggio 2021

Categorie: Dolci & dessert, Ricette

I Kanelbullar sono una classica, dolcissima ricetta della tradizione svedese. Mi ricordo di averli scoperti durante gli shopping tour da Ikea nei primi anni 2000. Da Ikea ci andavo a spot, ogni tanto, più per immergermi in un’altra cultura che per reale necessità di acquistare un comodino, una sedia girevole o un armadio in legno da montare. Mi piaceva soprattutto il reparto food: le polpette di renna, la salsa al mirtillo, i frullati, gli ice-creams che potevi prendere direttamente dalla macchinetta che ti guarniva il cono. Tra un assaggio e l’altro, un giorno mi ci ritrovai di mattina e non avevo fatto colazione. Perciò presi un cappuccino e il mio sguardo cadde sulla vetrina dei dolci: vidi queste ciambelle affusolate, simili a delle trecce, che odoravano fortissimo di cannella e zucchero, e ne ordinai subito un paio.


Erano buonissime.
Morbide, dall’impasto soffice e non asciutto. Kanelbullar, si chiamavano.
Da quel giorno, iniziai a spulciare ricette su ricette per imparare a farli, e col tempo sono riuscita a trovare una ricetta davvero speciale, che metto in scena sia nei giorni di routine per fare felici i miei figli, sia nelle feste comandate come a Pasqua, quando con la mia famiglia ci riuniamo per la colazione della domenica mattina, una tradizione davvero magica. Mi piace farcirle anche con marmellata, crema al cioccolato, crema pasticcera, ma le mie preferite restano le tradizionali svedesi: burro, cannella e zucchero di canna a volontà!
È sempre bello quando le sforno, perché arriva un odore intenso che mi trasporta per le strade del Nord Europa, dove questi aromi sono la normalità.
Ecco a voi la ricetta dei miei Kanelbullar, che però ho implementato con il lievito madre di mia produzione, rendendoli ancora più squisiti e leggeri!

Ricetta

600 g farina forte almeno 12% proteine
120 g lievito madre rinfrescato e raddoppiato
120 gr burro morbido
100 gr zucchero
1 uovo
250 ml latte tiepido
Per il ripieno:
150 burro morbido
2 cucchiai di cannella
100 g zucchero di canna

Procedimento

Rinfrescare il lievito madre ed aspettare il raddoppio.
In planetaria o in una ciotola sciogliere bene lavorandolo con la frusta a k il lievito con lo zucchero ed il latte.
Aggiungere l’uovo, il burro fuso ed amalgamare bene.
Aggiungere la farina e lavorare 4/5 minuti, poi cambiare frusta e mettere il gancio, continuando a lavorare per altri 7/8 minuti, fini a che l’impasto non risulta ben incordato.
Trasferirlo in una ciotola, coprire con pellicola e lasciar lievitare in frigo per 8/10 h.
Tirare fuori dal frigo e dopo un ora fare la prima piega, ripetere altre 2 pieghe ogni mezz’ora.
Questo passaggio potete anche ometterlo, lasciate comunque raddoppiare l’impasto, circa 4/6 h. Dividete l’impasto in due parti, stendetelo con le mani e matterello ad uno spessore di circa 1 cm ed una forma rettangolare di 30/40 cm di lunghezza per 7/10 cm di profondità.
Lavorare il burro del ripieno con una forchetta aggiungendo zucchero e cannella.
Stendete il ripieno con il dorso di un cucchiaio sull’impasto ed arrotolatelo formando un lungo cilindrone, tagliatelo in girelle dello spessore di 1,5 cm e mettetele in teglia con carta da forno.
Informate, dopo 15 minuti di riposo e dopo aver pennellato la superficie con uovo e latte , decorate con granella di zucchero, a 180 gradi per 15 minuti circa.